lorenzo iozzia


Nasco e cresco a Lentini, città del 730 A.C, terra di agrumi, attraversata da culture millenarie assai note, ognuna delle quali ha lasciato le sue profonde tracce nella storia, nelle arti, nel paesaggio.

La Sicilia è tutto ciò che sono, la mia famiglia, i miei amici, le mie tradizioni, il mio sangue, la mia cucina.
I miei ricordi provengono da lì. Renato Guttuso diceva: “anche se dipingo una mela, c’è la Sicilia”… io posso affermare con certezza che anche se “cucino” una mela, c’è la Sicilia.

Questo è quello che trasmetto nei miei piatti.

il ristorante


Tra gli ospiti abituali dei 5 tavoli del ristorante c’è una signora siciliana, vive in queste zone da anni, e per ritrovare la sua Sicilia ama venire qui, periodicamente. Il menù parla di una terra lontana, ma vicina nei suoi ingredienti più caratteristici, nelle sue ricette, che qui trovano un’originale e accurata rivisitazione.

L’ambiente è familiare, per nulla formale e il grande e rustico camino in un angolo della sala, ci ricorda dove siamo, nel cuore della campagna viterbese, anche se, a guardare fuori dalle bellissime vetrate si ha l’impressione di vedere il mare… e non solo di vederlo. Si può sentire in bocca, ad ogni morso.

APERTURE STRAORDINARIE


Casa Iozzia osserverà le seguenti aperture straordinarie:
  • martedì 24 aprile: cena
  • mercoledì 25 aprile: pranzo e cena
  • lunedì 30 aprile: pranzo e cena
  • martedì 1 maggio: pranzo e cena